Sport e gravidanza. Lo sapevi?

Sport e gravidanza. Lo sapevi?

Si può fare sport in gravidanza?

Se la gravidanza è fisiologica si certamente! Anzi si trae più beneficio da uno stile di vita attivo, più energie, più forza e resistenza.
Il riposo prescritto per abitudine è raccomandato solo in casi di minacce di aborto o di parto pretermine, tutte quelle altre patologie come ad esempio il diabete gestazionale non precludono la possibilità di praticare uno sport, l’unica raccomandazione è che sia appunto consono al delicato momento di vita della donna, è importante usare il buon senso, non esagerare, ascoltare il proprio corpo senza stressarlo.

Quali sono i benefici?

Molteplici! Vediamo i principali:

  1. Migliora la circolazione e il drenaggio dei liquidi;
  2. Si lavora sulla respirazione aumentando così il trasporto di ossigeno alla placenta e al feto;
  3. Incremento del tono muscolare e della flessibilità articolare migliorando così la postura;
  4. Prevenzione di fastidi classici come nausee, gonfiori e dolori alla schiena e articolazioni per l’errata postura e il peso che cresce; e ancora stipsi;
  5. Tono ed elasticità del perineo con conseguente prevenzione di prolassi e incontinenza;
  6. Riduzione del rischio di eccessivo aumento del peso corporeo, di diabete gestazionale, preeclampsia e trombosi;
  7. Un corpo allenato predispone ad un recupero post parto più celere;
  8. Vantaggi ormonali poiché viene stimolata la produzione di endorfine regalando una sensazione di benessere!

Benefici fisici, psicologici ed emozionali, “Mens sana in corpore sano” giusto? .

Si possono praticare tutti gli sport?

E’ doveroso fare una premessa: non ci si improvvisa sportivi, se non abbiamo mai fatto sport in vita nostra non possiamo pensare di diventarlo in gravidanza, è comunque il momento giusto per iniziare buone abitudini, quindi andremo su qualcosa di più dolce come ginnastica dolce/posturale, danza, piscina, corsi specifici per gestanti. Se invece in precedenza si praticava uno sport specifico è bene parlare col ginecologo o l’ostetrica in primis e poi con il proprio istruttore per valutare se si può continuare in sicurezza e se occorre apportare dovute modifiche all’allenamento. In linea generale è raccomandato evitare salti per non sollecitare eccessivamente pavimento pelvico utero e vescica. Addominali? Gli istruttori ti diranno SI anche ad i crunch, misurati, le ostetriche dicono sia preferibile lavorare sui laterali ma io direi che possiamo farne a meno per 9 mesi, anche perché tutti i movimenti vanno comunque a lavorare sull’addome.

Vanno invece evitati gli sport violenti, quelli di contatto, a rischio di urti all’addome, a rischio di cadute, controindicata anche l’attività subacquea con autorespiratore.

Si può fare attività fisica per tutta la gravidanza?

Si se lo stato di gravidanza fisiologica persiste.

Col crescere del pancione, quindi anche del peso e conseguente affaticamento, gli esercizi possono aver bisogno di modifiche. La posizione prona deve essere abbandonata, riduciamo al minimo gli esercizi che obbligano a rimanere troppo a lungo ferme in piedi o distese sulla schiena o sul fianco destro. Perfetti tutti quelli in posizione di quadrupedia e seduti, magari con un muro dietro a cui appoggiarci e un confortevole cuscino.

È necessario interrompere subito l’allenamento, e rivolgersi a un medico, qualora compaiano contrazioni uterine dolorose e regolari, sanguinamento o perdita di liquido dalla vagina, se si avvertono disturbi come vertigini, mal di testa, dolore al torace o alle gambe, oppure se si hanno difficoltà respiratorie.

Perché scegliere DANCE WITH ME?  (danza per gestanti e mamma con bimbi in fascia e marsupio)

Partecipare a Dance with Me è piacevole, stimolante, rilassante e divertente; queste son le caratteristiche che dovete ricercare!

Il corso è pensato per ritrovare l’equilibrio e l’armonia di un corpo che è notevolmente cambiato nel pre e post parto; è basato su passi di danza semplici e alla portata di tutti, non c’è bisogno di esser ballerine per partecipare!

Dance with me si avvale dell’abbinamento col babywearing, la pratica di portare i bambini, anche il pancione si può legare già dall’ottavo mese!

“Portare” il pancione consente alla mamma di sentirne meno il peso dando maggior sollievo alla schiena (si consiglia di non abusare della pratica per non ostacolare l’incanalamento del bambino). Costituisce anche una buona premessa per portare poi il bimbo una volta nato.

Dance with me , che pure è arte e non propriamente sport, dona un benessere immediato e una ricarica fisica-emotiva che dura nel tempo, per la gravidanza ma anche per il parto e favorirà il legame col bambino!

Tutte le info per partecipare al corso online le trovate sul sito www.dance-withme.it

Articolo scritto per la rubrica #pilloledidancewithme da
Chiara Napoletani
Fondatrice di Dance with Me
Insegnante di danza
Istruttrice di ginnastica pre e post parto

X